QR Code per scoprire Barga

BARGA
Addio guide turistiche, cartine, informazioni chieste ai passanti. A Barga è nato un nuovo modo di scoprire la città. Si chiama iBarga ed è una progetto rivoluzionario, il primo che viene adottato, soprattutto a livello pubblico, in valle del Serchio. E’ basato su una tecnologia tanto semplice quanto sofisticata, che ormai sta prendendo piede in diversi campi della comunicazione e che pone il Comune di Barga all’avanguardia per quanto riguarda i nuovi metodi di informazione e promozione.

Si tratta dei QR Code o codici a barre bidimensionali, figure composte da piccoli quadrati che però al loro interno contengono immagini, informazioni, link a siti internet. Grazie a questi quadrati in bianco e nero a prima vista incomprensibili, si può accedere ad un mondo di informazioni ed a Barga si è pensato di fornire notizie circa palazzi, monumento ed altro.

La “mappatura” dei monumenti e di luoghi d’interesse barghigiani è stata effettuata già quest’estate, apponendovi vicino piastrelline di ceramica con il relativo codice, ma solo in questi giorni il progetto è giunto a compimento, grazie a Keane – artista e “padre” di barganews.com, uno dei primi siti internet di informazione locale, attivo dal 1996 -  che ha “importato” a Barga questa tecnologia applicandola ad un campo – la promozione del territorio -  che dà lustro a tutto il comune.

Avvicinando il telefono al simbolo, immediatamente si viene reindirizzati al link relativo su internet, visualizzando così la storia di quel palazzo, di quella chiesa, di quella piazza. Incredibilmente ingegnoso. Anche perché, tramite queste immagini si possono pubblicare eventi, novità, informazioni di vario genere per rendere la comunicazione turistica ancora più completa.

Per il momento iBarga è attivo solo nel centro storico, ma Keane sta lavorando affinché anche i luoghi d’interesse delle altre frazioni  siano codificati, così che i turisti in visita nel comune possano avere a disposizione, immediatamente e nella loro lingua, le informazioni relative al luogo. Eh sì, perché le informazioni dietro ad ogni QR Code sono disponibili in numerose lingue, in modo da poter essere fruite dai visitatori di diversa nazionalità che ogni anno arrivano a Barga.

Ma il Comune di Barga vuole rendersi ancora più all’avanguardia per quanto riguarda la comunicazione via web.

Con i prossimi mesi, è intenzione dell’amministrazione comunale dotare l’intero centro storico di una rete wireless, in modo che chi ha un gestore estero non debba pagare gli oneri del roaming. A quel punto, Barga sarà pronta per un gioco vecchio ma da farsi con questa nuova tecnologia, una grande caccia al tesoro, che si sta organizzando per la prossima estate, nascondendo gli “indizzi” dietro a nuovi QR Code.

I ping ed i commenti non sono attivi.

Non è possibile lasciare commenti al momento.