Il QR Code in Abruzzo

Abruzzo
Da qualche giorno nel centro storico di Civitella del Tronto sono comparsi tre “strani” cartelli che hanno incuriosito non poco i turisti e gli abitanti. Niente di tutto questo”, si legge in una nota del sindaco Gaetano Luca Ronchi. “I cartelli – spiega il primo cittadino – servono per comunicare informazioni utili ai turisti e non solo.

Il sistema è infatti in grado di gestire in tempo reale informazioni per i turisti e per la cittadinanza attraverso il QR Code, un codice a barra bidimensionale.

Come funziona? Inquadrando il codice con la fotocamera del cellulare, l’immagine viene “tradotta” in un collegamento ad Internet e ad altre informazioni utili ed immediatamente fruibili, legate al singolo codice. Solo la prima volta, se il cellulare è abilitato alla navigazione in Internet, è necessario digitare nel browser l’indirizzo www.li8li.com, quindi scegliere dal menu: “Lettore QRCode/DataMatrix” e, infine, scaricare ed installare il programma. Altro indirizzo utile è “get.neoreader.com”.

Anche Civitella del Tronto, perla dell’entroterra teramano, entrata nel maggio del 2008 nell’esclusivo Club dei Borghi più Belli d’Italia, si aggiunge alle località abruzzesi che stanno adottando il sistema informatico di marketing territoriale “Aggiungimiaipreferiti”.

In particolare i nostri tre cartelli con i Codes – spiega l’Assessore al Turismo Federico Zunica – consentono di visualizzare informazioni relative ai luoghi da visitare (per esempio l’orario di apertura della fortezza, il costo dei biglietti), sia al programma di manifestazioni estive in corso”. Dichiara il Sindaco Ronchi che insieme all’Assessore Zunica si è fatto promotore dell’iniziativa che “la scoperta e la valorizzazione di siti che ci riportano alla storia passata può essere sviluppata anche attraverso tecnologie moderne.L’utilizzo del QRCode può rappresentare un veicolo strategico ed innovativo, in grado di fornire servizi di carattere informativo al turista (ricettività, percorsi turistici, ristorazione, eventi culturali e artistici), ma anche di raggiungere nuovi target particolarmente predisposti ad interagire con modelli e messaggi comunicativi basati su tecnologie avanzate”.

Il QRCode è stato peraltro già utilizzato per la comunicazione e la promozione di eventi e manifestazioni regionali e nazionali quali il Premio Borsellino, la Biennale di Firenze, Istituto di Cultura Polacca ecc. Inoltre è stato adottato dalla Federfarma di Teramo per mettere in rete ben 92 farmacie del territorio, offrendo un servizio innovativo ed efficace agli utenti. In ogni farmacia aderente all’iniziativa è stato esposto un cartello con il codice Qrcode che consente al cittadino di accedere ai dati memorizzati in un apposito database del sito www.li8li.com. Le informazioni a disposizione sono continuamente aggiornate e riguardano le farmacie di turno, gli orari, i recapiti, le mappe per raggiungerle e altre notizie utili”.

I ping ed i commenti non sono attivi.

Non è possibile lasciare commenti al momento.