QR Code per il Merlot bianco

Merlot di Foffani
Se c’è ancora qualcuno che non è mai stato a Clauiano, con questo articolo spero di convincerlo ad andarci. Clauiano è uno dei più bei borghi d’Italia e sicuramente uno dei più belli del Friuli; si trova nel Comune di Trivignano Udinese, a pochi minuti d’auto dal casello di Palmanova; sapientemente ristrutturato, offre squarci di rara bellezza e dei tesori che val la pena di scoprire.

Uno di questi è sicuramente l’Azienda Agricola Foffani e siamo stati ospiti dei gentilissimi Giovanni, titolare e creatore e fantasioso animatore dell’azienda, ed Elisabetta, vulcanica, simpatica, competente padrona di casa. Quando arrivate nella piazza di Clauiano, Foffani sta proprio lì, al centro della piazza e quello che è incredibile è che dietro la porta, dopo la sala dell’agri ristoro e degustazioni, oltre il giardino storico e ricco di piante e sculture, a ridosso del meraviglioso parco, c’è la vigna, i campi, il vigneto dove si coltivano le uve che poi diventano il vino di casa Foffani.

Presentato a Ein Prosit qualche settimana fa, ha suscitato subito interesse e se il mercato estero è molto aperto rispetto alle novità, quello italiano ha dovuto attendere il giudizio di Mister Occhio, Mister Naso e Mister Palato prima di approvare con pareri molto positivi questo ultimo nato; la produzione 2009 è stata di 6 mila bottiglie ma, visto il successo, si andrà presto verso le 15 mila bottiglie.

Curiosa l’etichetta che, tra le prime in Friuli, si avvale del qr-code, ovvero quel mosaico di dati rilevabile dai cellulari di ultima generazione e che contiene una serie in credibile di notizie e foto.

I ping ed i commenti non sono attivi.

Non è possibile lasciare commenti al momento.