Qr code: la solidarietà si fa cross-channel

news
Beneficenza attraverso una campagna promozionale che utilizza il Qr Code. Una scelta che City Harvest, organizzazione per il soccorso alimentare newyorkese attiva da 25 anni, ha deciso di intraprendere per sfruttare al meglio una programmazione cross-channel.

Sulla carta stampata, billboards, cabine telefoniche, social network, City Harvest ha incorporato lo smartcode per raggiungere una molteplicità di potenziali donatori, attraverso una campagna pubblicitaria innovativa che utilizza la tecnologia per promuovere la raccolta fondi.

“Nell’era della tecnologia mobile – ha affermato Jilly Stephens, direttore esecutivo del City Harvest – la sensibilità della gente non è cambiata. A cambiare sono le modlaità di interazione. I codici Qr code facilitano l’atto di donazione rendendo la transazione più semplice, ma anche più rapida”.

Scansionando il riquadro grafico con la fotocamera di un qualsiasi dispositivo mobile connesso al Web, si accede al sito web dell’associazione per leggere le informazioni, visualizzaze un video sui volontari al lavoro o chiamare City Harvest direttamente.

Nel video, la presentazione del progetto, in cui tecnologia e sociale creano un circolo virtuoso della collaboration.

City Harvest è impegnata nella raccolta e distribuzione di cibo in tutti i cinque distretti newyorkesi, per un totale di 600 programmi e 300mila persone tra donne, uomini e bambini che ogni settimana beneficiano del programma dell’associazione.

“I Qr code stanno cambiando le relazioni tra enti e persone – ha aggiunto Irina Skaya responsabile marketing di Horizon Media – Permettono di interagire con enti no profit attraverso lo scambio di contenuti di approfondimento più coinvolgenti”.

I ping ed i commenti non sono attivi.

Non è possibile lasciare commenti al momento.